Audi apre così il Salone dell'Auto

Al Salone dell’Auto di Ginevra 2018, Audi esibiva la prima Audi di serie interamente elettrica: l’Audi e-tron, allora avvolta in una pellicola mimetica. Ora al Salone ginevrino il Marchio dei Quattro Anelli offre un’anteprima di un’altra auto a emissioni zero: l’Audi Q4 e-tron concept, così è stato battezzato questo SUV compatto a quattro porte e lungo 4,59 metri di cui si riconosce subito l’affinità con l’Audi e-tron.

Nel Q4 e-tron concept, due motori elettrici generano una potenza di sistema pari a 225 kW. In questa concept car tipicamente Audi, a trasferire la potenza motrice sulla strada provvede la trazione integrale quattro. L’eccellente forza propulsiva la fa scattare da 0 a 100 km/h in soli 6,3 secondi. La velocità massima è limitata elettronicamente a 180 km/h. Un pacco batterie di grande formato e con capacità di 82 kilowattora occupa quasi tutta l’area tra gli assi nella zona del sottoscocca, mentre l’autonomia di oltre 450 chilometri, secondo standard WLTP, stabilisce un parametro di riferimento nella sua classe. Alla tecnologia del Q4 e-tron concept contribuisce la piattaforma di elettrificazione modulare (MEB) che in futuro interesserà numerose auto elettriche del Gruppo Volkswagen, dalla classe compatta a quella medio-alta.

L'Audi Q4 e-tron concept è la quinta auto elettrica Audi che entro fine 2020 dovrà essere lanciata sul mercato. (AUDI)
L'Audi Q4 e-tron concept è la quinta auto elettrica Audi che entro fine 2020 dovrà essere lanciata sul mercato. (AUDI)

L’Audi Q4 e-tron concept rappresenta un’anteprima della quinta auto elettrica di serie che la casa costruttrice presenterà entro fine 2020. Le vendite dell’Audi e-tron sono già iniziate e le prime consegne ai clienti avverranno già nel marzo 2019. Quest’anno seguirà anche la presentazione dell’Audi e-tron Sportback, mentre in Cina lascerà la catena di montaggio l’Audi Q2L e-tron espressamente progettata per il mercato interno. Nel secondo semestre 2020 è altresì in programma la presentazione della versione di serie della prestante coupé a 4 porte Audi e-tron GT, creatura della Audi Sport GmbH, e in contemporanea anche il debutto in serie della compatta Audi Q4 e-tron. A quasi due anni dal lancio della prima auto elettrica, con questa offerta Audi copre tutti i principali segmenti di mercato con veicoli a propulsione puramente elettrica: dal segmento A fino alla classe di alta gamma.

La versione coupé dell'e-tron Sportback che Audi ha esposto a Ginevra, ancora nella sua veste di prototipo. (AUDI)
La versione coupé dell'e-tron Sportback che Audi ha esposto a Ginevra, ancora nella sua veste di prototipo. (AUDI)

Compatto all’esterno, gigante all’interno: dimensioni e abitacolo

Lungo 4,59, largo 1,90 e alto 1,61 metri, con le sue dimensioni l’Audi Q4 e-tron concept si posiziona nel segmento superiore della classe compatta. Il suo ingombro a terra qualifica dunque questo SUV elettrico come un’auto maneggevole e versatile anche nel contesto urbano. Per quanto riguarda l’abitacolo, il suo interasse di 2,77 metri lo colloca almeno una classe più in alto. Inoltre, non essendovi alcun tunnel centrale a limitarne lo spazio utile, il Q4 e-tron concept offre un insospettato livello di comfort, specialmente in termini di libertà per le gambe sia davanti che sul retro.

Compatto all'esterno, spazioso all'interno: nell'Audi Q4 e-tron concept, conducente e passeggeri si sentiranno a loro agio. (AUDI)
Compatto all'esterno, spazioso all'interno: nell'Audi Q4 e-tron concept, conducente e passeggeri si sentiranno a loro agio. (AUDI)

La sensazione di grande spaziosità è esaltata dal cromatismo degli interni. Tonalità chiare e calde dominano la parte superiore della cabina, in piacevole contrasto con la moquette scura che ricopre il pavimento. Padiglione, montanti dei finestrini, sezioni superiori dei davanzali delle portiere e plancia portastrumenti sono rivestiti con tessuti in microfibra color bianco e beige. Ma nell’Audi Q4 e-tron concept la sostenibilità non la fa da padrona solo sotto l’aspetto della propulsione elettrica: il rivestimento del pianale è realizzato con materiali riciclati e in luogo delle modanature in metallo cromato vi sono superfici rivestite con vernice multistrato di alta qualità. Il plexiglas verniciato e smerigliato sulle passamanerie crea un intenso effetto di profondità. I quattro sedili con poggiatesta integrati sono rivestiti con Alcantara gradevole al tatto e lavorato in qualità artigianale; le imbottiture sono fermate con doppie cuciture a impuntura in filato spesso.

Dietro il volante è situato il display del cockpit virtuale che visualizza i dati relativi a velocità, livello di carica del pacco batterie e navigatore. Nuovo è il visore a sovrimpressione (HUD) di grande formato con funzione di Augmented Reality, in grado di sovrapporre importanti informazioni grafiche, ad esempio frecce direzionali nelle svolte, direttamente sulla visione del tracciato stradale.

Pannelli di controllo sotto forma di elementi tattili montati sulle razze del volante servono a selezionare le funzioni d’uso più frequente. In posizione mediana, al di sopra della console centrale, è montato un ampio touchscreen da 12,3″ per la visualizzazione e il comando delle funzioni di infotainment e del veicolo.

Per facilitarne l’uso, esso è inclinato verso il conducente e nella zona sottostante presenta un tastierino per il controllo del climatizzatore. Non dovendo accogliere elementi funzionali come leva del cambio o azionamento del freno a mano, la stessa console centrale è stata concepita come ampio vano portaoggetti con base di ricarica per lo smartphone. È invece presente, a mo’ di copertura dell’area anteriore della console, un piano orizzontale realizzato con grande cura che integra il selettore delle modalità di marcia. In aggiunta al classico piano d’appoggio inferiore, nelle portiere è ora previsto uno scomparto superiore facilmente accessibile e sagomato in modo da potervi sistemare delle bottiglie.

Il Q4 e-tron concept è dotato di proiettori a matrice di LED. (AUDI)
Il Q4 e-tron concept è dotato di proiettori a matrice di LED. (AUDI)

Visibilmente Audi, visibilmente e-tron: gli esterni

Il single frame con il logo del Marchio dei Quattro Anelli identifica al primo sguardo il Q4 e-tron concept come creatura Audi e solo dopo, a un esame più attento, come Audi e-tron a propulsione elettrica. Infatti, come la prima Audi elettrica di serie, anche la nuova concept car presenta al posto della classica calandra una superficie strutturata e racchiusa all’interno della cornice ottagonale quasi verticale. L’afflusso d’aria è assicurato da generose prese che si aprono sotto i due proiettori a matrice di LED, estendendosi fino alla grembialatura anteriore.

Altrettanto tipici del marchio Audi sono i pronunciati parafanghi che coprono le quattro ruote, una classica impronta stilistica della Casa. Nel Q4 e-tron concept gli archi passaruota sono marcatamente organici e fluidi, conferendo così alla vista laterale una nota caratterizzante. Tipicamente e-tron è anche l’accentuazione della zona sottoporta tra gli assali, dove è situata la batteria ovvero il centro energetico di questo SUV. I grandi cerchi da 22″ non lasciano dubbi circa la potenzialità dell’Audi Q4 e-tron concept, la cui linea del tetto morbidamente digradante verso il retro conferisce alla sua silhouette un’impronta decisamente dinamica.

Parafanghi pronunciati e linea sportiva del tetto conferiscono all'Audi Q4 e-tron concept un look dinamico. (AUDI)
Parafanghi pronunciati e linea sportiva del tetto conferiscono all'Audi Q4 e-tron concept un look dinamico. (AUDI)

Sul retro dell’Audi Q4 e-tron concept colpisce l’ampia fascia luminosa che unisce i due gruppi ottici e che riprende anche un elemento stilistico dell’Audi e-tron. Anche qui è lampante l’affinità nell’ambito della famiglia e-tron. Ciò riguarda anche l’interno dei proiettori, dove la significativa angolazione dei segmenti dei LED ripropone un altro elemento caratteristico del fratello maggiore.

Infine, un’innovazione doppiamente sostenibile è data dalla verniciatura della carrozzeria nella tinta «Solar Sky», una tonalità di blu che cambia a seconda dell’incidenza della luce. Questo colore ecologico, espressamente sviluppato e prodotto per l’Audi Q4 e-tron concept, riflette efficacemente una parte delle onde corte della luce solare, in prossimità dello spettro dell’infrarosso. Ne risulta un riscaldamento nettamente minore della superficie della carrozzeria e dell’abitacolo, un effetto che da un lato torna a vantaggio del benessere soggettivo degli occupanti e, dall’altro, che al tempo stesso riduce il dispendio energetico del climatizzatore, dovendo esso raffreddare molto meno la cellula passeggeri nelle giornate di calura. Questo si traduce anche in una maggiore autonomia e un miglior bilancio globale di CO2 del Q4 e-tron concept.

Prestazioni di eccellenza: motore e autotelaio

Il sistema modulare di elettrificazione rende possibile un ampio ventaglio di motorizzazioni e livelli di potenza, dove l’Audi Q4 e-tron concept rappresenta la versione più potente di propulsore elettrico. Essendo il Q4 un’auto a trazione quattro, ognuno degli assi anteriore e posteriore è azionato da un motore elettrico. Non c’è alcun collegamento meccanico tra gli assali, bensì una centralina elettronica che provvede, in frazioni di secondo, al perfetto coordinamento della distribuzione delle coppie motrici. La trazione di questo SUV elettrico è quindi ottimale in ogni condizione meteorologica e su ogni terreno.

L'Audi Q4 e-tron concept è dotato di un motore elettrico per ogni asse. (AUDI)
L'Audi Q4 e-tron concept è dotato di un motore elettrico per ogni asse. (AUDI)

Per raggiungere il massimo rendimento, l’Audi Q4 e-tron concept utilizza in prevalenza il suo motore posteriore, un motore sincrono ad eccitazione permanente. Per motivi di efficienza, le coppie motrici sono perlopiù distribuite sul retrotreno. Se il conducente richiede più potenza di quanta ne possa fornire il motore posteriore, a seconda delle necessità la trazione elettrica quattro si avvale del motore asincrono anteriore per spostare le coppie verso l’asse anteriore. Questo avviene anche in modo predittivo, cioè ancor prima che in caso di fondo scivoloso o di brusca entrata in curva l’auto possa slittare o andare in sotto- o sovrasterzo.

Il motore elettrico posteriore sviluppa una potenza di 150 kW ed eroga una coppia di 310 Nm, mentre quello anteriore trasferisce alle ruote fino a 75 kW e 150 Nm. La potenza di sistema è di 225 kW. La batteria integrata nel pianale della vettura accumula 82 kilowattora, che secondo lo standard WLTP si traduce in un’autonomia di oltre 450 chilometri. La batteria è ricaricabile con massimo 125 kW, il che consente di ripristinare l’80% della capacità totale in poco più di 30 minuti.

Tuttavia, la ricetta per un’eccellente autonomia implica ben più di una batteria ad alta capacità. In analogia con la capostipite Audi e-tron, anche l’Audi Q4 e-tron concept si conferma un versatile campione di efficienza. A partire dalla bassa resistenza aerodinamica della carrozzeria (con un coefficiente Cw pari a 0,28) e dall’ingegnosa strategia di recupero energetico, questo SUV compatto non trascura alcuna opportunità per ottimizzare la sua autonomia. Vi contribuisce anche il complesso sistema di gestione termica del motore e della batteria, comprendente tra l’altro una pompa di calore a CO2.

Il pacco batterie collocato sotto la cellula passeggeri fa sì che l'Audi Q4 e-tron concept presenti un baricentro basso, simile a quello di una berlina. (AUDI)
Il pacco batterie collocato sotto la cellula passeggeri fa sì che l'Audi Q4 e-tron concept presenti un baricentro basso, simile a quello di una berlina. (AUDI)

Precisa guidabilità di stampo sportivo

Fattore chiave del carattere sportivo e dell’eccellente dinamica trasversale è la posizione ribassata e centrale dei componenti della trasmissione. Il pacco batterie ad alta tensione è perfettamente adattato alle dimensioni dell’Audi Q4 e-tron e ha la forma di un blocco largo e piatto montato tra gli assi, sotto la cellula passeggeri. Il suo peso è di 510 chilogrammi, per cui il baricentro dell’Audi Q4 e-tron concept si colloca ad un livello molto simile a quello di una berlina con motorizzazione di tipo tradizionale. La distribuzione del carico assiale, con un rapporto prossimo a 50:50, è perfettamente regolata. Le ruote anteriori del Q4 e-tron concept sono mosse da un asse McPherson con ammortizzatori adattivi, mentre al retrotreno è presente un asse multilink con molle e ammortizzatori non coassiali, anch’essi adattivi.

La piattaforma di elettrificazione modulare (MEB): la base

MLB, MQB – piattaforma modulare longitudinale e piattaforma modulare trasversale: per Audi e per il Gruppo Volkswagen, nello sviluppo automobilistico queste architetture di componenti contrassegnano una grande storia di successi in tutti i segmenti. I precedenti sistemi modulari erano prevalentemente concepiti in funzione dell’impiego di motori endotermici. La piattaforma di elettrificazione modulare è tutt’altra storia ed è un’innovazione progettata in modo specifico ed esclusivo per le auto a trazione elettrica.  Assali, trasmissioni, interassi e l’interazione di tutti i componenti sono selezionati e adattati unicamente in funzione della mobilità elettrica. Il posizionamento e la geometria dei voluminosi pacchi di batterie possono essere ottimizzati senza concessioni ad altri sistemi propulsivi che nelle piattaforme MLB e MQB devono sempre essere messe in conto.

La MEB consente anche di accedere a un enorme potenziale sinergico, in quanto questa architettura serve soprattutto da base per auto elettriche rientranti nel cruciale segmento A. Essa rende possibile a livello multimarca di sviluppare congiuntamente la migliore tecnologia disponibile e di impiegarla in molte auto elettriche di produzione diversa. Non da ultimo, la MEB permetterà di contribuire al successo l’elettromobilità anche nell’economicamente sensibile segmento delle compatte.

L'Audi e-tron GT fa parte della gamma 2020. (AUDI)
L'Audi e-tron GT fa parte della gamma 2020. (AUDI)

L’offensiva elettrica: dodici modelli totalmente elettrici entro il 2025

La prima mondiale del SUV Audi e-tron a trazione elettrica, nel settembre 2018, ha segnato l’avvio dell’offensiva elettrica da parte del Marchio dei Quattro Anelli. Di qui al 2025, Audi proporrà sui principali mercati dodici modelli a trazione puramente elettrica, realizzando circa un terzo del proprio fatturato con la sola mobilità elettrica. Tra i SUV rientranti in questo portafoglio figureranno tra l’altro l’Audi e-tron e l’e-tron Sportback, esordiente nel 2019, oltre a una linea di modelli con carrozzeria di tipo classico come le Avant e le Sportback. L’offerta si estenderà a tutti i principali segmenti di mercato, dalla classe compatta a quella di lusso.

L'e-tron Sportback verrà presentata già quest'anno. (AUDI)
L'e-tron Sportback verrà presentata già quest'anno. (AUDI)

Al Motorshow 2018 di Los Angeles aveva debuttato la showcar Audi e-tron GT concept, un coupé molto dinamico con assemblaggio a pianale piano. La tecnologia di questa autovettura è nata da una collaborazione con Porsche, mentre design e carattere di questa e-tron GT concept sono inconfondibile retaggio del DNA di Audi. Questo progetto sarà maturo per la produzione in serie entro fine 2020.

Uno speciale progetto collettivo dei reparti R&S di Audi e Porsche è la Piattaforma Premium per l’Elettrificazione (PPE) che costituirà la base per molteplici famiglie di modelli Audi a zero emissioni, coprendo segmenti ad alto volume di produzione, dal B al D.

Dati inerenti ai consumi dei modelli indicati (consumi di carburante ed emissioni di CO2, con gamme di valori dipendenti dall’allestimento scelto): Audi e-tron: Consumo di corrente combinato in kWh/100 km: 26,2 – 22,6 (WLTP); 24,6 – 23,7 (NEDC) emissioni di CO2 combinate in g/km: 0

e-tron News

Tecnica, società, mobilità: tenetevi aggiornati sui temi che muoveranno il nostro futuro.